ARTICOLO TRATTO DAL "CORRIERE DELLA SERA" DEL 28 AGOSTO 2013 FESTIVAL Y MUNDIAL

Novità assoluta al Mundiali del Tango di Buenos Aires. Il festival giunto all'undicesima edizione, che ha visto la partecipazione di 556 coppie provenienti da 37 Paesi nel mondo, ha avuto tra i partecipanti alle gare di tango alcune coppie di soli uomini e sole donne, rappresentanti di quello che è definito «tango queer» legato alla comunità internazionale Lgbt (lesbiche, gay, bisessuali e transgender), un fenomeno sempre più in espansione.

«TANGO QUEER» - Coppie di soli uomini e sole donne ormai sono presenti in tutti i festival internazionali di tango, dai maggiori ai più piccoli. Nella città che è la culla del tango, Buenos Aires si svolge da sette anni un festival dedicato al Tango Queer e a luglio del 2013 è stata la prima volta di Tango Secret, una kermesse con la direzione artistica di Fernando Gracia, campione di tango escenario al mundiali del 2008.

IL FESTIVAL Y MUNDIAL - Il Festival che si svolge a Buenos Aires tutti gli anni ad agosto per 15 giorni, offre centinaia di spettacoli gratuiti, non solo gare di ballo. «Per gli argentini il tango è prima di tutto canzone e musica e poi ballo» racconta il direttore artistico del Festival, Gustavo Mozzi. Per dieci giorni protagonisti in scena sono state le migliori orchestre come il Sexteto Mayor, tra i cantanti si sono esibiti Adriana Varela, Guillermo Fernández e Raùl Laviè, tra i bandoneonisti Néstor Marconi, Julio Pane e Daniel Binelli. Molti gli omaggi e le celebrazioni per i ballerini e coreografi, tra gli "storici" Juan Carlos Copes, Mora Godoy e Maria Nieves, quest'anno è stato premiato Miguel Angel Zotto.

LE GARE DI BALLO - Gli ultimi 2 giorni, quest'anno il 24 e 25 agosto, sono sempre dedicati alle finali delle due categorie di tango «salon» e «escenario». E i vincitori di questa edizione sono stati tutti argentini: Jesica Arfenoni e Maximiliano Cristiani per il salon e Guido Palacios e Florencia Castilla per l'escenario. Molte le coppie di italiani che partecipano ogni anno. Dopo l'entrata in finale di ben 5 coppie nel 2011, quest'anno sono andate in finale tre coppie «azzurre»: Simone Facchini con Gioia Abballe (di Frosinone), Giuseppe Bianchi con Sabina Cipolla (di Roma), Giampiero Cantone con Francesca del Buono (di Roma).

TANGO «SALON» E «ESCENARIO» – Sono due i generi nei quali i ballerini si mettono alla prova, ma è quello «salon», legato alla tradizione e al ballo «sociale» delle milongas di tutto il mondo, che è il più prestigioso. E’ il ballo dei cabaret della calle Corrientes quando negli anni 40 della «epoca de oro» le orchestre di Carlos Di Sarli e Miguel Calò si esibivano dal vivo. Ed è lo stesso che le famiglie degli «arrabal» (quartieri di periferia) ballano oggi nel tempo libero. L’altro, quello «escenario», è legato all’esibizione artistica, si ammira nei teatri e richiede una preparazione atletica. Per entrambi i generi le iscrizioni sono aperte a tutti, basta riempire un modulo sul sito (www.mundialdetango.gob.ar) e presentarsi alla «rondas clasificatorias» il giorno di inizio del Festival.

I VINCITORI 2013 Si sono classificati campioni di tango salon 2013 Jesica Arfenoni e Maximiliano Cristiani Si sono classificati di tango escenario 2013 Guido Palacios e Florencia Castilla